Dna e tumore al seno

0 Flares Filament.io 0 Flares ×

Latinoamericane meno a rischio.

Il segreto nel Dna ereditato dagli indigeni.

Una ricerca dell’Università della California ha individuato la causa genetica per cui nelle donne che

hanno origini in Sud America il rischio di sviluppare il cancro è quasi dimezzato rispetto a quelle di

origine africana o nordamericana.

Una notizia che apre prospettive in materia di diagnosi precoce e nella lotta alla malattia.

www.gianlucagiusti.com

www.iobenessere.it

Le donne originarie dell’America Latina hanno una minore

probabilità di sviluppare un tumore al seno.

Lo afferma una ricerca scientifica relaizzata da ricercatori

dell’Università della California.

Il team internazionale di studiosi di San Francisco, infatti, ha

scoperto perché le donne latinoamericane vengano colpite

mediamente di meno da questa grave patologia rispetto alle

donne di origini africane o nordamericane.

E perché, conseguentemente, muoiano di meno di tumore al seno.

Secondo l’Università della California, che ha pubblicato lo studio sulla rivista scientifica Nature, la

ragione di questo fenomeno è nascosta in una singola lettera dei tre miliardi di lettere del codice del

Dna. Questa infinitesimale differenza tra donne di origine geografica diversa fa sì che per coloro che

sono di discendenza sudamericana, da parte di madre o di padre, la probabilità di sviluppare un

cancro sia inferiore del 40%. Se poi entrambi i rami genitoriali sono originari dell’America Latina,

allora tale percentuale sale addirittura all’80 per cento.

Continua a leggere questo interessante articolo da repubblica.it

Lascia un commento da Facebook

Leave A Response

* Denotes Required Field